Molte persone vogliono sapere quanti prestiti NoiPA si possono chiedere. Magari contemporaneamente o dopo aver concluso il pagamento delle rate del primo finanziamento. L’argomento è decisivo, ecco cosa devi sapere.

Non ci sono altri termini per definire il prestito NoiPA: conveniente.

Proprio così, l’estrema ottimizzazione della rata a favore del debitore – frutto degli accordi tra Pubblica Amministrazione e istituti di credito – di questo finanziamento fa in modo che ci sia sempre una grande attenzione del piccolo prestito NoiPA.

Da qui la domanda: quante volte si può ottenere? E ancora, quanti prestiti NoiPA possiamo chiedere una volta che abbiamo stabilito la possibilità di ottenere questa linea di credito dato che siamo dipendenti dello Stato? La risposta è chiara.

Scopriamola insieme.

Cos’è il piccolo prestito NoiPA

Iniziamo dalle definizioni per poi raggiungere il focus dell’argomento. Così possiamo capire bene di cosa stiamo parlando.

Il piccolo prestito NoiPA, come suggerisce la pagina ufficiale del noipa.mef.gov.it, è una forma di finanziamento riservata a chi è dipendente in servizio presso Amministrazioni statali o Enti locali. Quindi non è un finanziamento che possono chiedere tutti.

Solo chi è iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, noto come Fondo credito, può fare richiesta per questa forma di finanziamento. Che è una cessione del quinto dello stipendio. Infatti, è direttamente l’ente NoiPA a trattenere le rate.

I vantaggi di questo prestito si ritrovano in un tasso d’interesse vantaggioso e in procedure semplificate. D’altro canto ricordiamo che c’è una trattenuta in busta paga che i dipendenti statali pagano (0,35%) per avere diritto a questo specifico trattamento.

quanti prestiti NoiPA si possono chiedere

Vuoi sapere a quanto ammonta il tuo piccolo prestito NoiPA prima di sapere quanti ne puoi chiedere? La risposta la trovi nel simulatore interno al tuo account: se entri nel portale, da iscritto alla Pubblica Amministrazione, puoi fare facilmente i calcoli.

Quante volte si può chiedere il piccolo prestito?

Una volta individuata la definizione di piccolo prestito NoiPA cerchiamo di rispondere al quesito principale.

Ovvero, quanti prestiti NoiPA si possono chiedere contemporaneamente? Se parliamo di rinnovo del finanziamento,  quelli di durata quinquennale prevedono questo passaggio solo dopo aver pagato i primi due anni di rate previste dal piano.

Per i prestiti che durano fino a 10 anni le condizioni sono diverse: si possono rinnovare solo se sono trascorsi 4.

Quanti prestiti NoiPA puoi ottenere insieme

Oltre al numero di rinnovi, c’è anche un’altra domanda da affrontare: quanti finanziamenti posso chiedere?

Ora, noi sappiamo che il prestito NoiPA (acronimo di Noi pubblica Amministrazione) è una finanziamento che permette di ottenere liquidità attraverso la formula della cessione del quinto dello stipendio. Vale a dire il 20% della busta paga.

Questa formula è particolarmente comoda perché ti consente di avere sempre una quota di capitale a disposizione per le attività quotidiane. Ma se hai la possibilità di investire di più puoi anche chiedere il doppio quinto. Ovvero il prestito con delega.

Non è un percorso adatto a tutti, solo a chi può permettersi di mantenere una quota di stipendio non inferiore al minimo consentito per un tenore di vita dignitoso. Spesso viene chiesto da chi ha un doppio stipendio in famiglia.

In ogni caso si raddoppia l’importo e la relativa rata fino a raggiungere il 40% del mensile. Avendo sempre come base un piccolo prestito NoiPA c’è una rata conveniente che supporta questa scelta. Ma non è sempre facile scegliere in autonomia.

Da leggere: cessione del quinto in caso di morte, cosa fare?

Chiedi una consulenza per il piccolo prestito NoiPA

Ci sono delle definizioni e dei paletti difficili da interpretare. Spesso per chiedere un prestito in autonomia si rischia di fare scelte inefficienti in termini di interessi da pagare. Come procedere in modo da evitare brutte sorprese? Chiedi subito una consulenza.